Domenica delle Palme – In famiglia

Ecco come vivere la Domenica delle Palme… e la settimana santa

Angolo bello della casa
Cos’è? I cristiani ortodossi chiamano “angolo bello” lo spazio dove in casa collocano una o più icone, una lampada votiva e dei fiori. Le famiglie e quanti vivono da soli o con parenti pensino, in vista della prossima Settimana Santa e del Triduo Pasquale, un luogo in casa, anche piccolo, ma curato dove mettere in evidenza alcuni segni: il Libro dei Vangeli, il Crocifisso, un cero, dei fiori, un ramoscello d’ulivo (per chi ne possiede la pianta nel giardino di casa e senza dover farlo benedire),  la piccola cassetta dell’Ufficio diocesano missionario che ricorda la Quaresima di fraternità e i progetti missionari della nostra Diocesi. 
Può essere il luogo dove ci si ritrova per la preghiera in famiglia usando “Dove vuoi che prepariamo la Pasqua?”.

Rami d’ulivo
Il Vescovo Claudio nel decreto emanato lunedì scorso (prot. 270/2020) ha scritto “Onde evitare ogni possibile propagazione del contagio e usare in modo inadeguato i rami di ulivo, si chiede di non raccogliere, né benedire, né distribuire l’ulivo.
Pertanto chi ha una pianta di ulivo può tagliarsi un rametto. Chi ha bambini può anche addobbare l’ulivo con dei nastrini colorati. Domenica 5 aprile al mattino, dal sagrato della chiesa benediremo tutti gli ulivi che avrete in casa. Si potrà assistere alla benedizione on line sul canale Youtube della Parrocchia.

“Dove vuoi che prepariamo la Pasqua?”
E’ il sussidio che allego a questa mail, preparato dalla Diocesi di Padova. Lo trovate anche scaricabile qui sotto. Il libretto vi accompagna dalla Domenica delle Palme fino alla Domenica di Pasqua, lasciando anche una paginetta per tutto il tempo di Pasqua. Lì potete trovare testi e modalità per animare la preghiera in famiglia.

Festa delle Palme ACR
Naturalmente la consueta festa in piazza non ci sarà. Però l’AC ha curato un video che si può trovare sul canale youtube della diocesi e dell’AC. www.youtube.com/c/DiocesiPadovaVideo o www.youtube.com/user/acpadova
Appena sarà on line verrà anche condiviso sulla nostra pagina facebook.

Circa il recarsi in Chiesa.
La chiesa parrocchiale sarà aperta e fornita di: “Prendi il Largo” e di copie dei sussidi necessari.
Tuttavia il Ministero dell’Interno ha diramato la seguente nota, a cui vi chiediamo di attenervi:“Al riguardo, sulla base del parere appositamente richiesto al Dipartimento della pubblica sicurezza, al fine di limitare gli spostamenti dalla propria abitazione, è necessario che l’accesso alla chiesa avvenga solo in occasione di spostamenti determinati da “comprovate esigenze lavorative”, ovvero per “situazioni di necessità” e che la chiesa sia situata lungo il percorso, di modo che, in caso di controllo da parte delle Forze di polizia, possa esibirsi la prescritta autocertificazione o rendere dichiarazione in ordine alla sussistenza di tali specifici motivi.”


MERCOLEDÌ 25 MARZO – SOLENNITÀ DELL’ANNUNCIAZIONE DEL SIGNORE ALLA VERGINE MARIA
Dal 1631, in occasione della prima Processione del Voto cittadino, le comunità di Piove di Sacco e di tutta la Saccisica, si affidano alla Vergine Maria,

venerata nel Santuario della Madonna delle Grazie, per chiedere la protezione dalle pesti e da tutti i mali.
Nel pieno dell’isolamento, nella solennità dell’Annunciazione del Signore, i sacerdoti e i sindaci di questo nostro territorio invitano tutti gli abitanti a unirsi spiritualmente agli appuntamenti programmati:
ore 8.00 S. MESSA NEL SANTUARIO MADONNA DELLE GRAZIE
La celebrazione (a porte chiuse) è visibile in diretta e successivamente

sul canale youtube del santuario ( https://www.youtube.com/channel/UCa7BVGLMUAQWvIn4932B_fA ).
ore 8.45 ATTO DI AFFIDAMENTO DELLA SACCISICA A MARIA MADONNA DELLE GRAZIE
Sollecitati dalla situazione che sta gravando anche i nostri territori, interpretando il sentire dei fedeli, i sacerdoti affidano le comunità della Saccisica alla protezione della Vergine, invocata lungo i secoli durante le epidemie (saranno pubblicati sui canali social in internet il testo e la ripresa video).
ore 12.00 PADRE NOSTRO UNIVERSALE
Papa Francesco invita tutti coloro che si ritrovano nella proposta del Vangelo di Gesù a unirsi nella preghiera comune in tutto il mondo.
Tutti questi appuntamenti si vivono in comunione di preghiera,

rimanendo nelle proprie case.

Prendi il largo 22-28 marzo

Domenica 22 marzo alle ore 11.00 don Daniele farà una preghiera dal megafono del Comune di Legnaro invocando da Signore la BENEDIZIONE con l’intercessione di S. Biagio, patrono della comunità, in particolare nelle malattie della gola e dell’apparato respiratorio.

II DOMENICA DI QUARESIMA

Carissimi, 
rivolgiamo un saluto fraterno in questo tempo in cui ci si vede poco. In questo post trovate due allegati.

Nel primo allegato trovate la lettera che il Vescovo Claudio ha diramato nella giornata di ieri, crediamo sia già abbastanza esaustiva.
Nell’altro allegato trovate il testo per la preghiera in famiglia per la II Domenica di quaresima. E’ stato bello ricevere e pubblicare sui nostri social le foto che sono giunte delle famiglie riunite per la preghiera del mercoledì delle ceneri.
Vi invitiamo ad inviarcene ancora o via mail o via whatsapp. E’ un modo per sentirci uniti in questo momento in cui la comunità ha una dimensione poco visibile.

Domenica la Chiesa sarà aperta per l’adorazione eucaristica dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 19.00. Insieme al momento di preghiera in famiglia aggiungete anche una “visitina” a Gesù Eucaristia. Può essere l’occasione per spiegare ai ragazzi cos’è “Adorazione Eucaristica”; spesso ci accorgiamo che è una forma di preghiera non solo poco praticata, ma soprattutto poco conosciuta. 
Vorremmo lanciare anche un incarico a tutti i ragazzi dell’iniziazione cristiana e del tempo della fraternità. Durante la preghiera in famiglia, animata dal testo in allegato, scrivete una preghiera che nasce dal vostro cuore e portatela Domenica nella cesta apposita che troverete in Chiesa. 

C’è da chiedersi se questo è soltanto un tempo sfavorevole. Forse no. E’ un tempo in cui le ritualità non trovano spazio per dire la comunità e per dire la quaresima. Che cosa resta dunque? E’ un tempo favorevole a riscoprire il senso della propria fede perché per la prima volta non possiamo “sentirci a posto” perchè abbiamo partecipato alle liturgie. Cosa resta dunque della quaresima? Come la stiamo vivendo? E’ necessaria una presa in carico responsabile da parte di ciascuno per vivere questo tempo in cui siamo chiamati a spogliarci di tante cose non-utili al fine cristiano. Tale fine è anzitutto vivere con Gesù. Il Vescovo elenca bene quali strade e quali possibilità ci sono. 
E’ un tempo in cui manca il supporto visibile della comunità, ma possiamo aiutarci (appunto con qualche foto) e soprattutto possiamo sentire la dimensione spirituale del nostro essere famiglia di Gesù. In questo senso il tempo che stiamo vivendo diventa un tempo favorevole. 
Inoltre si può sentire anche la vicinanza con le molte comunità di altri continenti che non possono riunirsi nella celebrazione perché manca il prete, oppure perché è pericoloso a causa della persecuzione. 

A livello giovanile i nostri educatori si stanno interrogando e chiedendo come farsi vicini ai ragazzi in questo tempo… stiamo dando spazio alla fantasia per conciliare l’esigenza di farci vicini e di rispettare i provvedimenti che i nostri governanti stanno emanando. Spero ciascuno possa apprezzare anche questo sforzo di accompagnamento che i nostri giovani a nome della parrocchia stanno compiendo.

A tutti buona continuazione e un sicuro ricordo nella preghiera,
don Daniele e don Alessandro.